Notai cattolici da Papa Francesco. 380 persone in Vaticano mercoledì 18 gennaio

L’ Associazione italiana dei notai cattolici ha organizzato una presenza molto significativa per l’udienza di Papa Francesco per la giornata di mercoledì 18 gennaio. Un momento fortemente voluto che sarà preceduto nella giornata precedente da una da una riflessione con il consulente ecclesiastico dell’ Ainc don Orazio Pepe.
“Sarà l’occasione per rilanciare i due progetti sostenuti dall’Associazione nello spirito di Francesco: notai in carcere e notai in parrocchia, due iniziative che stanno coinvolgendo decine di professionisti in tutta Italia per offrire gratuitamente servizi ai tanti che hanno bisogno di un confessore laico, di una soluzione a problemi spesso essenziali come l’adozione di un figlio, una piccola eredità o un ricongiungimento familiare per gli immigrati. Tante piccole esigenze che noi professionisti possiamo aiutare a risolvere per persone che vivono situazioni di grave disagio economico e sociale. Professionisti in uscita, dunque, che vadano in mezzo alla gente, incontro ai loro bisogni. È questo uno degli scopi prioritari dell’Associazione che continua a crescere e a raccogliere consensi e che, oltre ad attività di servizio a di beneficenza, si occupa anche di promuovere iniziative di grande interesse giuridico e culturale”, dichiara il presidente Roberto Dante Cogliandro, presidente dell’Associazione italiana notai cattolici che grazie al contributo di tanti professionisti ha organizzato una grande giornata di spiritualità e di servizio, in particolare con il lavoro organizzativo coordinato dei notai Elisabetta Carbonari e Domenico De Carlo che si concluderà con  una messa celebrata dal vescovo di Assisi monsignor Domenico Sorrentino.

Articoli correlati