Banche, imprese, istituzioni, Chiesa, Università, professioni unite per la città. Convegno a Napoli con Manzo, Cardinale Sepe, sindaco de Magistris, sottosegretario Ferri

Ripartire da Napoli… sviluppo, legalità e coesione sociale è il tema dell’incontro promosso dalla Banca di credito cooperativo di Napoli e dal suo presidente Amedeo Manzo per gettare le basi per la creazione di quell’ideale circolo virtuoso che partendo dalla gente e con il sostegno delle istituzioni, può fare di Napoli il centro propulsore di una nuova spinta economica e sociale che si estenda a tutta Italia. Docenti universitari, imprenditori, istituzioni e tanti protagonisti di esperienze positive in città e non solo interverranno al convegno che si svolgerà lunedì 7 novembre alle ore 16.30 nella sala del Vasari nel complesso monumentale di Sant’Anna dei Lombardi (in piazza Monteoliveto 4). “Napoli è a un bivio: ci sono le condizioni per diventare protagonisti di una grande stagione di crescita economica e sociale ma se non saremo capaci di unire le energie per rendere concreta la grande effervescenza che si vive in città rischiamo che tutto svanisca. Il nostro obiettivo è quello di realizzare impresa in collaborazione con le esigenze di risanamento morale della città per far sì che la ricchezza aiuti a vivere meglio tutti i cittadini napoletani. Per fare questo abbiamo bisogno degli imprenditori migliori, delle istituzioni locali e del governo nazionale, delle esperienze e delle competenze e del mondo della solidarietà. Insieme si stanno facendo importanti passi in avanti e noi come sistema del credito cooperativo siamo in prima fila”, dichiara il presidente della Banca di credito cooperativo di Napoli Amedeo Manzo.
Il dibattito si aprirà con gli interventi del sindaco Luigi de Magistris, del cardinale di Napoli Crescenzio Sepe e del sottosegretario alla giustizia Cosimo Maria Ferri. Un saluto del presidente del tribunale di Napoli Ettore Ferrara e del rettore Lucio d’Alessandro faranno proseguire la giornata che vuole essere anche l’anteprima del festival della dottrina sociale di cui è protagonista e promotore Don Adriano Vincenzi presidente della fondazione Toniolo e delegato CEI per Confcooperative. Molti interventi degli imprenditori con il presidente di Confindustria Costanzo Jannotti Pecci, il presidente di Italferr Riccardo Monti, il presidente di Adler Paolo Scudieri e della vicepresidente di Coelmo Stefania Brancaccio; e ancora le testimonianze di Pino Porzio, Ct del Canada e dell’Acquachiara pallanuoto, dello scrittore Maurizio de Giovanni. Interverranno anche il direttore di Rai Vaticano Massimo Milone, Adele Caldarelli direttore del dipartimento di economia della Federico II, Antonio Areniello presidente del collegio notarile, Amedeo Giurazza amministratore delegato di Vertis, Armando Brunini amministratore delegato della Gesac e Mario Mustilli docentr di finanza aziendale alla seconda Università di Napoli. Modera il giornalista del Corriere della Sera Marco  Demarco.

Articoli correlati